La verifica circa la continuità aziendale si compone di 7 step . Il revisore, dopo aver proceduto ad adempiere a tutte le fasi che vanno dall’adeguata verifica sino alla fase di analisi andamentale, procederà all’analisi economico-finanziaria, finalizzata a raccogliere i dati utili ad un’analisi sia storiche che prospettiche dell’azienda.

L’ODCEC di Milano ha dettato le linee guida che i revisori sono tenuti a seguire al fine di valutare adeguatamente la situazione di continuità dell’azienda. Le linee proposte dall’ODCEC sono strutturate in 7 step che il revisore deve rispettare ai fini dell’adeguata verifica. Come procedere dopo una prima adeguata verifica? In particolare, sulla base della valutazione preliminare degli indici segnaletici (early …

La procedura dettata dall’ODCEC con quaderno n.71 impone ai revisori legali una preventiva verifica L’analisi e il monitoraggio preliminare degli indicatori segnaletici (early warning), la cui presenza concomitante e ripetuta nel tempo deve indurre gli organi di controllo interno e di revisione ad attivare la procedura interna di allerta preventiva per la verifica del presupposto di continuità aziendale. A tal …

Il prossimo 30 settembre scade il termine a disposizione per le pubbliche amministrazioni per la revisione straordinaria delle partecipazioni societarie. Su tale adempimento, che rientra nell’ambito delle manovre di contenimento della spesa pubblica, il revisore dell’ente deve esercitare la propria attività di vigilanza. Il D.Lgs. n. 175/2016 (Testo Unico delle società a partecipazione pubblica), come modificato dal D.Lgs. n. 100/2017, …

Le modalità delle verifiche periodiche del revisore legale alla luce del nuovo Isa Italia 250/B L’art. 14, c. 1, lett. b) del d. lgs. 39/2010 richiede al soggetto incaricato della revisione legale di verificare, nel corso dell’esercizio, la regolare tenuta della contabilità sociale e la corretta rilevazione dei fatti di gestione nelle scritture contabili. Infatti i principi di revisione prevedono …

Come evidenziato nel documento 203 di Assirevi (Ottobre 2016), in alcuni casi gli accordi di finanziamento possono imporre al mutuatario taluni limiti o obblighi oppure richiedere la periodica rilevazione di determinati parametri ed indicatori di performance aziendale. Si tratta dei cd. “financial covenants”. In tali circostanze il soggetto mutuatario ed eventualmente anche il garante devono incaricare un revisore legale dei …

I sindaci-revisori che sono candidati ad un incarico dovrebbero raccogliere informazioni riguardanti l’ente che li dovrà nominare, al fine di valutare preliminarmente se esistono elementi che impediscono o sconsigliano di accettare la candidatura e per stimare l’impegno, i tempi e le risorse necessari lo svolgimento dell’incarico. Tali informazioni sono utili per la definizione dei corrispettivi. Le informazioni necessarie sono raccolte …

Una delle problematiche relative all’operazione di fusione può concretizzarsi nelle relative verifiche che il collegio sindacale è chiamato ad effettuare in sede di realizzazione dell’operazione di fusione; peraltro, l’art. 37, comma 31, D.Lgs 39/2010 ha modificato il comma 5 dell’art. 2501-bis c.c., sostituendo l’espressione “della società di revisione incaricata della revisione contabile obbligatoria” con la locuzione “del soggetto incaricato della …