Il Comitato Interregionale dei Consigli Notarili delle Tre Venezie, in una integrazione degli orientamenti operativi riguardanti il diritto societario, ha espresso la propria opinione in merito alla mancato od omessa nomina del Collegio Sindacale. Il Comitato analizza due situazioni di obbligo di nomina del Collegio Sindacale: costituzione di una S.p.A. o di una S.r.l. che si costituisca con capitale sociale …

I controlli del revisore legale dei conti sul capitale di società in perdita sono sempre particolarmente delicati; rilevano a tal fine anche le massime notarili, che si occupano degli aspetti civilistici più controversi.   Secondo la Massima n. 122 del Consiglio Notarile di Milano del 18 ottobre 2011, la presenza di perdite superiori al terzo del capitale, anche tali da …

Il “Decreto sviluppo” in fase di stesura da parte del Governo individua importanti modifiche alla normativa in materia di responsabilità amministrativa degli enti ex D.Lgs. n. 231/01. In particolare, il decreto prevede nella bozza non ancora recepita alla data del 03 novembre 2011 che “nelle società di capitali, ove lo statuto o l’atto costitutivo non dispongano diversamente, il collegio sindacale, …

La cassazione, mediante la sentenza n. 4737, del 26 febbraio 2010, ha fissato un paletto di rilevante interesse professionale, con riguardo al rapporto sussistente tra l’abuso del diritto nell’ambito tributario e lo strumento probatorio caratterizzato dalla relazione di revisione. Si ricorda che l’abuso del diritto costituisce un principio generale antielusivo che preclude al contribuente l’ottenimento di vantaggi fiscali mediante l’uso …

L’ACRI (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa) e il CNDCEC (Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili) hanno redatto attraverso un Tavolo tecnico paritetico le Linee guida per i collegi sindacali delle Fondazioni di Origine Bancaria (FOB). Il documento viene presentato come: – un vademecum che individua le norme di comportamento a sostegno dell’esercizio indipendente …

A differenza di fusioni e scissioni, il D.Lgs. 58/1998 (TUF) non prevede un’autorizzazione preventiva della Banca d’Italia per le operazioni di cessione e conferimento d’azienda effettuate da SGR. Tuttavia, il Regolamento di Banca d’Italia del 14 aprile 2005, Titolo IV, Capitolo 4, Sezione II, prevede (nell’ambito di operazioni che possono avere riflessi significativi sull’operatività complessiva dell’intermediario, sull’adeguatezza patrimoniale e/o sull’assetto …

Nei principi di revisione internazionali le attività preliminari sono finalizzate ad assumere una decisione in merito all’accettazione dell’incarico con un nuovo cliente – o al proseguimento dei rapporti già in essere oppure alla loro rinuncia – attraverso la comprensione della natura e della portata dello stesso. Gli aspetti da tenere in considerazione durante lo svolgimento di tali attività sono trattati …

Il controllo delle operazioni straordinarie è particolarmente delicato in capo agli intermediari vigilati, come le SGR. Ai sensi dell’art. 34, comma 4, del D.Lgs. 58/1998 (TUF), “la Banca d’Italia, sentita la Consob, autorizza le operazioni di fusione o di scissione di società di gestione del risparmio”. Il Regolamento sulla gestione collettiva del risparmio (adottato dalla Banca d’Italia con provvedimento del …

“Due diligence,” at its core, is simply common sense. La parola due diligence può essere tradotta con l’espressione “dovuta diligenza”, ed è un processo finalizzato ad indagare ed accertare i contenuti di una attività di impresa al fine di permettere una valutazione di un’azienda, o parte di essa (business) target. Quindi la Due Diligence è un’attività organizzata volta alla raccolta …

Il lease-back (conosciuto anche come sale and lease-back) è un’operazione che consiste nella cessione di un bene (mobile o immobile) tramite contratto di vendita ad una società di leasing e nella successiva stipulazione di un contratto di locazione per il medesimo bene (retro-locazione). Il cedente si trasforma così da proprietario del bene ad utilizzatore dello stesso. Come in tutti i …

Secondo gli IFRS/IAS, le rimanenze sono beni destinati alla vendita durante il normale corso dell’attività, ovvero all’utilizzo nel processo produttivo oppure alla vendita come materie prime. Queste vanno incluse fra le attività correnti, anche se il realizzo avverrà dopo l’anno (12 mesi). Non è prevista la suddivisione richiesta dal nostro art. 2424 Cod. Civ. anche se per le rimanenze legate …

Anche negli Ifrs i vari fenomeni aziendali quali la manifestazione di errori o di cambiamenti di diversa natura, si possono inquadrare in tre categorie: • i cambiamenti dovuti ai principi contabili; • i cambiamenti intervenuti nelle stime contabili; • gli errori relativi ad esercizi precedenti. Il cambiamento di principi contabili deve essere applicato retrospettivamente, con la rettifica dei dati comparativi …