La normativa del bilancio consolidato è derivata dal D.Lgs. n. 127 del 09.04.1991 che ha regolamentato e disciplinato con specifiche note giuridico-tecniche inizialmente tutti i bilanci delle spa – srl etc..  sino a giungere all’area della pubblica amministrazione mediante il consolidamento dei bilanci degli enti locali e delle loro società partecipate. Il D.Lgs. n. 175 del 19.08.2016 ha posto la …

Il prossimo 30 settembre scade il termine a disposizione per le pubbliche amministrazioni per la revisione straordinaria delle partecipazioni societarie. Su tale adempimento, che rientra nell’ambito delle manovre di contenimento della spesa pubblica, il revisore dell’ente deve esercitare la propria attività di vigilanza. Il D.Lgs. n. 175/2016 (Testo Unico delle società a partecipazione pubblica), come modificato dal D.Lgs. n. 100/2017, …

Salvaguardia degli equilibri di bilancio degli enti locali e assestamento generale Entro il 31 luglio gli enti locali devono procedere alla verifica degli equilibri di bilancio prevista dall’art. 193, c. 2 del TUEL. Entro la stessa scadenza è previsto l’assestamento generale del bilancio. Un ruolo fondamentale è svolto dall’organo di revisione dei conti che deve esprimersi con proprio parere. L’art. …

La Corte dei Conti, sezione delle autonomie, con deliberazione n. 14 del 23 giugno 2017, ha emanato le nuove linee di indirizzo per la relazione degli organi di revisione degli enti locali di province, città metropolitane e comuni. La finalità è quella di continuare il percorso intrapreso per migliorare la qualità dei conti degli enti pubblici che costituiscono componente primaria …

Il nuovo sistema BDAP- Banca dati amministrazioni pubbliche – è accessibile ai revisori di enti locali A partire dal 23 marzo 2017 gli utenti delle Amministrazioni Pubbliche possono registrarsi nel sistema BDAP – Bilanci Armonizzati, il nuovo portale nel quale le regioni, le province autonome, gli enti locali, i loro organismi e enti strumentali in contabilità finanziaria trasmettono in una …

La predisposizione del rendiconto dell’esercizio, che gli enti locali devono approvare entro il 30 aprile di ogni anno, prevede, tra le operazione propedeutiche, il riaccertamento ordinario dei residui. Con esso l’ente procede alla verifica dei residui attivi e passivi ai fini della revisione delle ragioni del loro mantenimento in bilancio, in tutto od in parte, nonché della loro corretta imputazione. …

L’incarico di revisore di enti locali è accessibile da parte di tutti i professionisti che ne possiedano i requisiti. Dopo la riforma del sistema di nomina dell’organo di revisione introdotta dal D.L. n. 138 del 13 agosto 2011, convertito con modificazioni nella L. n. 148 del 14 settembre 2011 la nomina del revisore degli enti locali è stata resa accessibile …

Il sistema di nomina dei revisori degli enti locali delle regioni a statuto ordinario e di quelle a statuto speciale che hanno recepito la norma, è stato oggetto di radicale modifica ad opera del D.L. n. 138 del 13 agosto 2011, convertito con modificazioni nella L. n. 148 del 14 settembre 2011. In base alle disposizioni in esso contenute, infatti, …