Esami di Stato per l’accesso alla professione di Revisore Legale

di Redazione - - Commenta

Con un comunicato stampa del 2 febbraio 2024, l’Istituto Nazionale dei Revisori Legali, invia una lettera aperta ai Ministeri per richiedere l’Esame di Stato.

L’Istituto Nazionale Revisori Legali manifesta, tramite il legale rappresentante On. Luigi Maninetti, il malcontento per l’incomprensibile procrastinazione dell’attivazione a regime dell’esame di Stato per l’accesso alla professione di Revisore Legale.

Sono infatti numerosi gli aspiranti candidati, costretti a uno stato di incertezza, che pur in possesso di tutti i requisiti indispensabili richiesti dalla normativa, si trovano di fronte ad un oggettivo impedimento ed indisponibilità delle prove d’esame, di conseguenza non possono accedere alla professione e al desiderato e necessario lavoro.

Le ultime sessioni d’esame sono state episodiche. La periodicità regolare delle stesse, così come previsto dal Decreto n.39/2010 e successive integrazioni, non è stata, infatti, rispettata.

L’Istituto si rende disponibile a collaborare con il Ministero sia per la parte organizzativa che in quella partecipativa dei propri iscritti alle commissioni d’esame per la quota relativa ai professionisti.

La lettera aperta ha prodotto l’effetto sperato: pubblicato l’elenco dei candidati ammessi alle prove

Ieri, 5 febbraio, è stato pubblicato l’elenco dei 424 candidati ammessi alle prove scritte dell’esame di idoneità professionale all’esercizio della revisione legale, sessione 2023.

La commissione esaminatrice dell’esame di idoneità professionale all’esercizio della revisione legale, nominata con Decreto del Direttore generale del Dipartimento degli Affari di Giustizia – Direzione generale per gli affari interni, del 2 gennaio 2024, nella seduta del 2 febbraio 2024, ha proceduto, ai sensi  dell’articolo 6, comma 3, del D.M. 63/2016, alla verifica della regolarità delle domande di ammissione all’esame e alla formazione dell’elenco dei candidati ammessi alle prove scritte. L’elenco è stato pubblicato sul sito web del Mef, per consentire a tutti gli interessati di prenderne visione. Ai candidati non ammessi sarà inviata comunicazione scritta.

La data, l’ora e la sede delle prove di esame saranno comunicate con successivo avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale Concorsi ed esami n. 22, del 15 marzo 2024, almeno trenta giorni prima della prima prova scritta. Tale comunicazione avrà  valore di notifica a tutti gli effetti e, pertanto, i candidati che non avranno ricevuto alcuna comunicazione di esclusione dalla prova di esame sono tenuti a presentarsi, senza alcun altro preavviso, nella sede indicata, nel giorno e nell’ora specificati nella predetta Gazzetta Ufficiale.

Autore dell'articolo

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − diciotto =