Pubblicato l’elenco dei revisori enti locali per il 2015

di Patrizio Battisti - - Commenta

 

Tutto pronto per le estrazioni dei revisori degli enti locali per il prossimo anno. Il Ministero dell’Interno  ha pubblicato sul proprio sito  il Decreto 23 dicembre 2014 con il quale  ha reso pubblico l’aggiornamento dell’elenco degli iscritti al registro che avrà  efficacia dal 1 gennaio 2005. L’elenco composto da 16923 professionisti riguarda le sole regioni a statuto ordinario. I professioni iscritti parteciperanno alle estrazioni per quegli incarichi che saranno a scadenza tra il 1 gennaio ed il 31 dicembre del 2015. Il Ministero nel decreto evidenzia che l’elenco è reso pubblico sulle pagine del sito internet del Ministero dell’interno – Dipartimento per gli affari interni e territoriali, con effetti di pubblicità legale ai sensi dell’articolo 32, della legge 18 giugno 2009, n. 69;

Pubblichiamo di seguito una tabella che evidenzia la dinamica della crescita dell’interesse che i professionisti dedicano al settore di attività professionale degli enti locali.

Iscritti 2012 iscritti 2013 iscritti 2014 Iscritti 2015 var. 2014/2015 var. % 2014/2015
ABRUZZO 254 683 733 776 43 5,87
BASILICATA 172 420 470 477 7 1,49
CALABRIA 549 1233 1471 1442 -29 -1,97
CAMPANIA 1180 2710 3106 3287 181 5,83
EMILIA ROMAGNA 187 769 827 939 112 13,54
LAZIO 175 983 1338 1382 44 3,29
LIGURIA 59 328 347 383 36 10,37
LOMBARDIA 344 1405 1558 1701 143 9,18
MARCHE 110 536 587 692 105 17,89
MOLISE 38 215 223 240 17 7,62
PIEMONTE 228 807 934 981 47 5,03
PUGLIA 353 1335 2018 2102 84 4,16
TOSCANA 228 744 899 1005 106 11,79
UMBRIA 54 363 322 355 33 10,25
VENETO 215 947 1108 1161 53 4,78
TOTALE 4146 13478 15941 16923 982 6,16

 

La Campania e la Puglia sono le regioni che vedono maggiori iscritti in ordine assoluto ma sono anche quelle in cui il rapporto “posti disponibili / revisori” è il più basso. Maggiore possibilità è invece riservata ai 981 revisori del Piemonte, la regione dei piccoli comuni, per i quali i posti disponibili (1373) sono maggiori degli iscritti. Così anche la Lombardia ha un indice, in termini percentuali, superiore all’1 per cento. Nel rapporto con le iscrizioni agli albi professionali dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, i professionisti lombardi sono colo che più degli altri snobbano tale attività professionale. Solo il 9 % degli iscritti ha pensato di presentare la domanda di iscrizione al registro. Mentre se rivolgiamo l’attenzione alle regioni del sud il rapporto con gli iscritti agli albi professionali si alza notevolmente sino ad arrivare al Molise che vede una presenza addirittura del 50 %, preceduto dalla Basilicata e Calabria.

Autore dell'articolo
mm

Patrizio Battisti

Ragioniere Commercialista e Revisore legale, svolge l’attività di revisore nella pubblica amministrazione. Coordinatore della Commissione Enti Locali e no profit dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Tivoli. Consigliere nazionale ANCREL (Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − cinque =