LA VERIFICA DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITA’

di Andrea Sergiacomo - - Commenta

Il collegio sindacale nell’esercizio del suo mandato è tenuto a verificare la regolare tenuta della contabilità sociale e la corretta rilevazione dei fatti intercorsi nella gestione la cui manifestazione ha avuto riflessi nella contabilità di esercizio. Appare opportuno evidenziare che più peculiare è il controllo del collegio sindacale nelle scritture contabili e più semplice sarà la verifica dell’attendibilità del bilancio. Il collegio sindacale in ottemperanza a quanto disposto dall’art 2403 del c.c. vigila sull’osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in particolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dalla società sul suo concreto funzionamento, esercita inoltre il controllo contabile nel caso previsto dall’articolo 2409-bis, terzo comma. Nello svolgimento dei controlli il collegio sindacale deve ottenere dall’organo amministrativo tutti i documenti necessari all’analisi ed ai riscontri documentali che consentano di analizzare in modo attendo se la contabilità è tenuta in modo veritiero e corretto, senza alterazioni e variazioni che possano compromettere sia il risultato di esercizio che la corretta amministrazione. L’attività di accesso agli atti deve essere ben determinata e scadenzata al fine di evitare di compromettere le revisioni del collegio sindacale. Può accader che si demandi ad un membro del collegio sindacale il compito di verifica, raccogliendo dati che poi saranno discussi in via collegiale da tutti i componenti del collegio.

Autore dell'articolo

Andrea Sergiacomo

Andrea Sergiacomo, Dottore Commercialista e Revisore legale dei conti. Abilitato alla professione di Mediatore civile . Componente della Commissione Cooperative Odcec di Roma . Componente della Commissione diritto societario Odcec di Tivoli. Autore di diverse pubblicazioni per riviste specializzate ed esperto in operazioni di riorganizzazione aziendale. Relatore in convegni in materia di contabilità e bilancio di esercizio, con particolare riguardo alle operazioni straordinarie. E’ stato docente di economia aziendale presso istituti tecnici. Ha frequentato corsi di specializzazione in diritto fallimentare ed il corso avanzato sui principi contabili internazionali presso l’Università di Tor Vergata. Svolge attività professionale nel proprio studio di Roma dove fornisce consulenza in diritto societario, diritto fallimentare e pianificazione fiscale con particolare attenzione alla crisi di impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 1 =