Bilancio di previsione dei Comuni rinviato al 31.3.2020

di Redazione - - Commenta


in sede di Conferenza Stato Citta, nella seduta del 11.12.2019 il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha comunicato l’OK al rinvio della scadenza per il bilancio di previsione dei Comuni al 31 marzo 2020. Nella stessa sede invece rinviata la decisione del parere sullo Schema di decreto che modifica il decreto del Ministro dell’interno del 15 febbraio 2012, n. 23 recante “Istituzione dell’elenco dei revisori dei conti degli enti locali e modalità di scelta dell’organo di revisione economico-finanziario”. Sulla modifica del provvedimento è già giunto l’OK del Consiglio di Stato.

Proprio in tema di scelta dei componenti dell’organo di revisione c’è da segnalare un emendamento proposto in sede di conversione in legge del decreto fiscale 2020 che prevede che il Presidente del collegio sia nominato dal Consiglio comunale, metodo in vigore in passato e sostituito nel 2012 dall’attuale criterio dell’estrazione a sorte. L’emendamento è stato proposto dal Governo, nel tentativo di risolvere alcune anomalie registrate nel funzionamento del sistema .

Sul punto è stato emanato lo scorso 10 dicembre , un comunicato congiunto ADC -ANC in cui i Presidenti ADC Maria Pia Nucera e ANC Marco Cuchel esprimono un serio dissenso e affermano che
Sebbene sia assolutamente opportuno intervenire sui criteri dell’algoritmo che governa l’estrazione a sorte (…) è tuttavia improponibile la soluzione di reintrodurre la scelta da parte della politica. La nomina diretta del presidente dell’organo di revisione da parte dei consigli comunali è una sostanziale contraddizione: l’organo soggetto al controllo che sceglie e nomina il proprio controllore è quanto di più distante possa esserci dall’esercizio della funzione nel rispetto della trasparenza e dell’indipendenza.” e quindi “l’emendamento è un clamoroso passo indietro sul fronte della tutela dell’indipendenza e della terzietà dell’organo di revisione.

Nel Comunicato le Associazioni chiedono quindi lo stralcio dell’emendamento prima dell’ approvazione finale del decreto fiscale alla manovra 2020, che è attesa prima di Natale .Tempi molto stretti che non rendono facilmente realizzabile questa modifica.


Autore dell'articolo

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 9 =