ISA ITALIA ALLA PROVA: LA NUOVA RELAZIONE DEL REVISORE 

di Ernesto Zamberlan - - Commenta

Con il bilancio 2015 per la prima volta devono essere applicati i nuovi principi di revisione ISA, le nuove regole influiscono in particolare sulla forma e sul contenuto della relazione di accompagnamento. Ma quali sono i principi di cui tenere conto, con quali confrontarsi? Intanto quello principale che si occupa di questo è il principio ISA ITALIA 700 sulla formazione del giudizio e redazione del bilancio; esso detta le regole per la formazione del giudizio sul bilancio da parte del reviso. Tale giudizio si esprime secondo una sua archietettura architettura propria, come documento standard riconoscibile e leggibile da parte dei terzi. Il principio interviene negli elementi che entrano nella formulazione del giudizio, nella natura dei giudizi, nella struttura della relazione e nelle informazioni supplementari. Il principio 700 non è però l’unico di cui si deve tenere conto in quanto altri aspetti tecnici relativi al processo di predisposizione sono enunciati anche in altri principi: si tratta del principio ISA 705, Modifiche al giudizio nella relazione del revisore indipendente, del principio ISA 706, Richiami d’informativa e paragrafi relativi ad altri aspetti nelle relazione del revisore indipendente, del principio ISA 710, Informazioni comparative e dati corrispondenti e bilancio comparativo, dei principi ISA 720 e 720B che sono rispettivamente dedicati alla responsabilità del revisore relativamente alle altre informazioni presenti in documenti che contengono il bilancio oggetto di revisione e giudizio di coerenza.

Autore dell'articolo
mm

Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore legale dei Conti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − otto =