OIC 28 – Patrimonio netto

di Andrea Sergiacomo - - Commenta

 

Il Principio contabile nazionale OIC 28 ha lo scopo di definire la nozione di patrimonio netto e di fornire i criteri per la rilevazione e la classificazione nel bilancio di esercizio. I principali interventi che sono stati effettuati sul principio contabile 28 sono i seguenti:

Acconti su dividendi e conferimenti

Si è stralciata la parte sui conferimenti in quanto destinata a confluire in uno specifico principio OIC sul tema nonché quella relativa agli acconti dividendi non potendo le società non quotate distribuire tali acconti.

 

Altre riserve di patrimonio netto

 

Si è razionalizzata l’esemplificazione fatta in tema di riserve di patrimonio netto iscrivibili nella voce A.VII – Altre riserve, eliminando il riferimento a fattispecie del tutto particolari, quali:

1) la riserva da condono fiscale;

2) la riserva per rinnovamento impianti e macchinario.

Si è precisato che i Versamenti in conto futuro aumento di capitale sono iscritti nel patrimonio netto solo a condizione che non siano restituibili.

 

Rilevazione iniziale delle riserva

 

Si è sistematizzato in un unico capitolo del principio il tema rilevazione iniziale delle riserve in modo da fornire in un unico punto una disciplina organica del tema.

 

Rinuncia del credito

 

Si è precisato che la rinuncia del credito da parte del socio – che si concretizza in un atto formale effettuato esplicitamente nella prospettiva del rafforzamento patrimoniale della società – è trattata contabilmente alla stregua di un apporto di patrimonio.

Pertanto, in tal caso la rinuncia dei soci al diritto alla restituzione trasforma il debito della società in una posta di patrimonio netto avente natura di riserva di capitale.

 

Autore dell'articolo
mm

Andrea Sergiacomo

Andrea Sergiacomo, Dottore Commercialista e Revisore legale dei conti. Abilitato alla professione di Mediatore civile . Componente della Commissione Cooperative Odcec di Roma . Componente della Commissione diritto societario Odcec di Tivoli. Autore di diverse pubblicazioni per riviste specializzate ed esperto in operazioni di riorganizzazione aziendale. Relatore in convegni in materia di contabilità e bilancio di esercizio, con particolare riguardo alle operazioni straordinarie. E’ stato docente di economia aziendale presso istituti tecnici. Ha frequentato corsi di specializzazione in diritto fallimentare ed il corso avanzato sui principi contabili internazionali presso l’Università di Tor Vergata. Svolge attività professionale nel proprio studio di Roma dove fornisce consulenza in diritto societario, diritto fallimentare e pianificazione fiscale con particolare attenzione alla crisi di impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 4 =