Il Governo sblocca il registro dei revisori legali

di Giorgio Gentili - - Commenta

La bozza del decreto “Misure urgenti in materia di enti territoriali e a tutela della finanza pubblica” varato il 29 ottobre dal Consiglio dei ministri, dispone all’art.3, comma 3, che al fine di consentire l’accesso all’esercizio dell’attività di revisione legale, fino all’entrata in vigore del regolamento di cui l’art.4 del D.Lgs. n. 39/2010, l’ammissione all’esame per l’iscrizione al Registro dei revisori legali ed i relativi esoneri restano disciplinati dal D.Lgs. n. 88/1992 e dalle relative disposizioni attuative.
Nello specifico, la bozza del citato decreto prevede l’accesso al Registro dei revisori legali per chi ha superato il “vecchio” esame o con l’equipollenza, fino all’entrata in vigore del nuovo regolamento previsto dal D.Lgs. n. 39/2010.

Autore dell'articolo
mm

Giorgio Gentili

Responsabile editoriale e coordinatore del sito Larevisionelegale.it, Dottore commercialista in Macerata, Revisore legale e di cooperative, relatore in corsi e convegni di aggiornamento professionale, autore di numerose monografie. È presidente della commissione “Diritto penale d'impresa: area specialistica D.Lgs. n. 231/2001" dell’UNGDCEC e consulente di società di revisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + 16 =