Le disposizioni del DM n.261/2012 in materia di revoca e dimissioni del revisore legale

di Virginia Tosi - - 1 Commento

Il Decreto Ministeriale n.261/2012, in vigore dal 7 Marzo 2013, dà attuazione all’art 13, comma 4 del D. Lgs. n. 39/2010 e disciplina i casi e le modalità di revoca per giusta causa e dimissioni dall’incarico di revisore legale.

In materia di revoca il recente DM rende più esaustiva la disciplina vigente, fornendo disposizioni in merito alla comunicazione della proposta di revoca da parte dell’organo amministrativo, alla delibera dell’assemblea sulla revoca, alle giuste cause di revoca e alla non ammissibilità dei patti contrari alla revoca.

Il DM, in materia di dimissioni, evidenzia le circostanze idonee a motivare le dimissioni, stabilisce che il dimissionario deve rimanere in carica finché la deliberazione di conferimento del nuovo incarico non diviene efficace e impone, anche in tal caso, la non ammissibilità dei patti contrari alla revoca.

Un’analisi più esaustiva delle disposizioni in tema di revoca e di dimissioni del revisore legale contenute nel recente DM sarà oggetto di trattazione nella Circolare del Revisore di questo blog di maggio 2013.

Autore dell'articolo

Virginia Tosi

Dottore Commercialista in Fermo, è autrice di pubblicazioni e scrive su riviste specializzate su temi societari, aziendali, fiscali, revisione legale, non profit, cooperazione, operazioni straordinarie.

Commenti 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 3 =