Nuovo registro dei revisori legali: chiarimento del Ministero

di Giorgio Gentili - - Commenta

Dal 13 settembre 2012 sono entrati in vigore i 3 decreti del Ministero dell’Economia e delle finanze riferiti al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, recante l’attuazione della direttiva 2006/43/CE in materia di revisione legale dei conti annuali e dei conti consolidati:

– Regolamento concernente le modalità di iscrizione e cancellazione dal Registro dei revisori legali (decreto 20 giugno 2012 n. 144);

– Regolamento riguardante i requisiti per l’iscrizione al citato Registro (decreto 20 giugno 2012 n. 145);

– Regolamento riguardante il tirocinio per l’esercizio dell’attività di revisione legale (decreto 25 giugno 2012 n. 146).
Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha definito dei chiarimenti riguardanti tali regolamenti.
Nello specifico, in un comunicato della Ragioneria Generale dello Stato viene evidenziato che i revisori già iscritti nel Registro dei revisori di cui al d.lgs. n. 88/1992 transitano automaticamente, senza necessità di specifica richiesta, nel nuovo registro dei revisori. Successivamente, entro 90 giorni decorrenti da un provvedimento di prossima emanazione i revisori saranno tenuti ad integrare le informazioni contenute nel vecchio registro, al fine di adeguare il contenuto informativo del registro medesimo alle prescrizioni di cui alla normativa comunitaria e allo stesso D.lgs. n. 39/2010.
Inoltre viene altresì specificato che:
– i tirocinanti già precedentemente iscritti al registro del tirocinio di cui al D.P.R. n. 99/1998 transitano automaticamente nel nuovo registro e per essi non si configurano immediati adempimenti aggiuntivi;
– i tirocinanti che non hanno presentato le relazioni annuali e che hanno, quindi, interrotto il tirocinio sono iscritti nel registro del tirocinio a condizione che presentino una specifica istanza;
– non sono richiesti adempimenti per coloro che hanno svolto e regolarmente completato il tirocinio sulla base delle previgenti disposizioni;
– i revisori ed i tirocinanti che presentano richiesta di iscrizione nei rispettivi registri dal 13 settembre 2012 sono assoggettati alla nuova disciplina e, pertanto, dovranno utilizzare la nuova modulistica per presentare istanze o comunicazioni al Ministero.

 

 

Autore dell'articolo
mm

Giorgio Gentili

Responsabile editoriale e coordinatore del sito Larevisionelegale.it, Dottore commercialista in Macerata, Revisore legale e di cooperative, relatore in corsi e convegni di aggiornamento professionale, autore di numerose monografie. È presidente della commissione “Diritto penale d'impresa: area specialistica D.Lgs. n. 231/2001" dell’UNGDCEC e consulente di società di revisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + 18 =