I notai “analizzano” le novità della Legge Stabilità 2012 riguardanti sindaco unico e collegio sindacale nelle srl

di Giorgio Gentili - - Commenta

La Commissione Società del Consiglio Notarile di Milano interviene con la Massima n. 123, del 6 dicembre 2011, riguardo l’applicazione delle novità normative introdotte dalla Legge Stabilità 2012.

Nel specifico, i notai evidenziano che permane nelle srl la possibilità di dotarsi di un collegio sindacale.

Per i notai milanesi la norma introdotta dalla Legge Stabilità 2012 integra e non sostituisce le clausole degli statuti delle srl. Nello specifico, i soci delle srl potranno scegliere tra organo monocratico o collegio sindacale senza dover modificare gli statuti; l’unica eccezione si ha in riferimento agli statuti in cui vi siano clausole statutarie che evidenzino l’esistenza di specifici interessi dei soci, correlati alla composizione collegiale dell’organo di controllo.

In sintesi, i notai con la Massima n. 123 illustrano che rimane valido quanto previsto dagli statuti delle srl in merito ai collegi sindacali anche dopo il 31/12/2011 e i medesimi organi di controllo, in carica al primo gennaio 2012, rimangono in carica fino alla loro scadenza naturale.

Il Consiglio Notarile di Milano evidenzia altresì che la normativa riguardante i sindaci supplenti non si applica nel caso di sindaco unico. Secondo i notai milanesi, nell’ipotesi di un organo monocratico, se il sindaco unico viene meno, deve essere nominato un nuovo organo di controllo.

Autore dell'articolo
mm

Giorgio Gentili

Responsabile editoriale e coordinatore del sito Larevisionelegale.it, Dottore commercialista in Macerata, Revisore legale e di cooperative, relatore in corsi e convegni di aggiornamento professionale, autore di numerose monografie. È presidente della commissione “Diritto penale d'impresa: area specialistica D.Lgs. n. 231/2001" dell’UNGDCEC e consulente di società di revisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 5 =