PRINCIPI CONTABILI

Right of use: modalità di applicazione del principio introdotto dall’IFRS 16

di Dott.ssa Veronica Cagno - - Commenta

Introduzione al principio IFRS 16

Il principio IFRS 16 relativo al “Right of Use” (ROU) sostituisce il principio IAS 17 relativo alla disciplina contabile dei leasing, in particolare il nuovo principio IFRS stabilisce il diritto d’uso di un bene sulla base di un contratto di leasing distinguendolo da quello relativo ad un contratto per servizi e introducendo il concetto di un controllo di tali operazioni più ampio.

L’obiettivo principale dello IFRS 16 è che vengano iscritte correttamente in Bilancio i Leasing rappresentando fedelmente le informazioni che sono in esse contenute e che quindi la Società dimostri il cosiddetto “Diritto d’uso o Right of use” del Leasing.

IFRS 16: modalità di applicazione

Le Società che sono obbligate all’applicazione dello standard IFRS 16 in virtù di un contratto di leasing, sono in primis Società che sono obbligate alla redazione del Bilancio d’esercizio seguendo i principi contabili internazionali, ovvero:

  • Le società quotate;
  • Le banche e gli intermediari finanziari soggetti a vigilanza;
  • Le società emittenti strumenti finanziari diffusi;
  • Le società assicurative non quotate
  • Le società assicurative quotate.

L’applicazione di tale principio consiste contabilmente nell’iscrizione dell’Asset nell’Attivo dello Stato Patrimoniale tra le immobilizzazioni distintamente indicata rispetto alle restanti voci e la voce Lease Liability tra i Debiti verso fornitori nel Passivo dello Stato Patrimoniale.

Il Right of use consiste in un prospetto di calcolo con evidenza della Passività iniziale, il periodo di riferimento e la passività finale, è soggetto ad ammortamento e il piano di ammortamento può essere o meno aggiornato sulla base di una rivalutazione che la Società deve effettuare applicando un tasso di attualizzazione influenzato dall’indice ISTAT dell’esercizio di riferimento.

Ogni anno a partire dalla data di decorrenza del Locatario, il debito residuo riferito alla passività del Leasing dev’essere aggiornata in merito ai pagamenti effettuati e degli interessi maturati, inoltre il valore della passività può essere modificato sulla base di cambiamenti inerenti il Contratto di Leasing.

IFRS 16: che controlli deve fare il revisore

Ai fini dell’approvazione del Bilancio e se la Società applica il principio IFRS 16 poiché possiede i requisiti che abbiamo elencato precedentemente, il Revisore deve controllare:

  • che i valori evidenziati nei fogli di calcolo relativi ai Right of use coincidano con quelli risultanti in Bilancio,
  • siano iscritti correttamente in Bilancio l’Asset e i Lease Liability,
  • operare una rivalutazione attualizzando il valore della passività per valutare la differenza risultante tra il valore calcolato dalla Società e quello risultante al Revisore,
  • ottenere la documentazione contrattuale e le contabili di pagamento dei canoni relativi al Contratto di leasing ed effettuare un controllo incrociato per controllare che sia tutto in regola.
Autore dell'articolo
mm

Dott.ssa Veronica Cagno

Senior Auditor presso Società di Revisione. Dopo aver conseguito la Laurea in Economia Aziendale e Magistrale in Management all’Università di Economia di Genova, decide di svolgere il Praticantato professionalizzante per l’esercizio della professione di Dottore Commercialista e Revisore Legale collaborando con Studi Tributari e Societari, maturando esperienza ed interesse in Contabilità ordinaria, Diritto Societario e Tributario. In seguito ha sostenuto l’esame di Stato con successo abilitandosi a Genova decidendo di non esercitare per scegliere la strada dell’Auditor presso una Società di Revisione seguendo i clienti dalla fase di Interim, Verifiche trimestrali e Final.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + 1 =