ifrs 15 diritto di reso

22 nuovi principi di revisione in vigore per i bilanci 2020: lo comunica il CNDCEC

di Redazione - - Commenta

La tecnica professionale italiana si allinea alla prassi internazionale grazie a nuovi principi elaborati da CNDCEC, Assirevi e INRL in collaborazione con Consob e MEF

Con Determina del 3 agosto della Ragioneria Generale dello Stato, arrivano 22 nuovi principi di revisione ISA Italia elaborati dal Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti Contabili, Assirevi e INRL in collaborazione con Consob e MEF.

Stando a quanto riporta il sito dello stesso consiglio nazionale i principi, in vigore per le revisioni dei bilanci 2020, sono il quarto aggiornamento effettuato a partire dalla prima edizione entrata in vigore per le revisioni dei bilanci 2015. 

“I nuovi principi rappresentano la traduzione in lingua italiana dei principi internazionali ISA effettuata dal CNDCEC con la collaborazione di Assirevi, INRL e Consob, opportunamente adattata e integrata con considerazioni specifiche finalizzate a supportarne l’applicazione nell’ambito del contesto normativo e regolamentare italiano”.

Gli aggiornamenti effettuati sono in linea con:

  • le modifiche alla normativa italiana in materia di revisione (introdotte dal D.Lgs. 135/16 e, per gli Enti di Interesse Pubblico, dal Regolamento UE n. 537/14) 
  • l’evoluzione dei principi di revisione internazionali emanati dallo IAASB, e in particolare i progetti IAASB riguardanti le stime contabili (2018), le non conformità a leggi o regolamenti (2016), la considerazione dell’informativa nella revisione contabile (2015), l’utilizzo del lavoro dei revisori interni (2013).

Facciamo un riepilogo temporale in merito al progresso avutosi in questi anni.

Il primo gruppo di principi è stato elaborato ai sensi dell’articolo 11 del DLgs n 39/2010, tenendo conto di quelli emanati dagli organismi internazionali, ed è stato adottato con Determina dal Ministero dell’economia e delle finanze nel 2014. 

Il primo set di principi ISA Italia è entrato in vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi iniziati dal 1° gennaio 2015 o successivamente, fatta eccezione del principio di revisione (SA Italia) n. 250B “Le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale” in vigore dal 1° gennaio 2015 e del principio internazionale sul controllo della qualità (ISQC Italia) 1 “Controllo della qualità per i soggetti abilitati che svolgono revisioni contabili complete e limitate del bilancio, nonché altri incarichi finalizzati a fornire un livello di attendibilità ad un’informazione e servizi connessi” che sono entrati in vigore, invece, a partire dal 1° gennaio 2015.

Successivamente è stato oggetto di una serie di aggiornamenti necessari per tener conto dei nuovi principi di revisione internazionali ISA emanati dall’International Auditing and Assurance Standards Board (IAASB) successivamente agli ISA Clarified 2009 e dell’evoluzione normativa e regolamentare dell’ordinamento italiano. In particolare gli aggiornamenti hanno avuto luogo nel 2017 e nel 2018 ed hanno riguardato:

  • nel 2017 l’introduzione, in sostituzione del precedente, del seguente principio “Le responsabilità del soggetto incaricato della revisione legale relativamente alla relazione sulla gestione e ad alcune specifiche informazioni contenute nella relazione sul governo societario e gli assetti proprietari”
  • nel 2017 l’aggiornamento dei principi ISA Italia numeri 260, 570, 700, 705, 706 e 710
  • nel 2017 l’introduzione del n. 701 “Comunicazione degli aspetti chiave della revisione contabile nella relazione del revisore indipendente”.
  • Nel 2018 le nuove versioni dei principi di revisione internazionali (ISA Italia) numeri 200, 210, 220, 230, 510, 540, 600.

Elenco dei nuovi Principi di revisione ISA Italia in vigore per i bilanci 2020

ISA Italia n. 200, “OBIETTIVI GENERALI DEL REVISORE INDIPENDENTE E SVOLGIMENTO DELLA REVISIONE CONTABILE IN CONFORMITÀ AI PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia)”;

ISA Italia n. 210, “ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE”;

ISA Italia n. 220, “CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL’INCARICO DI REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO”;

ISA Italia n. 230, “LA DOCUMENTAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE”;

ISA Italia n. 240, “LE RESPONSABILITÀ DEL REVISORE RELATIVAMENTE ALLE FRODI NELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO”;

ISA Italia n. 250, “LA CONSIDERAZIONE DI LEGGI E REGOLAMENTI NELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO”;

ISA Italia n. 260, “COMUNICAZIONE CON I RESPONSABILI DELLE ATTIVITA’ DI GOVERNANCE”;

ISA Italia n. 265, “COMUNICAZIONE DELLE CARENZE NEL CONTROLLO INTERNO AI RESPONSABILI DELLE ATTIVITÀ DI GOVERNANCE ED ALLA DIREZIONE”;

ISA Italia n. 300, “PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO”;

ISA Italia n. 315, “L’IDENTIFICAZIONE E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI MEDIANTE LA COMPRENSIONE DELL’IMPRESA E DEL CONTESTO IN CUI OPERA”;

ISA Italia n. 320, “SIGNIFICATIVITÀ NELLA PIANIFICAZIONE E NELLO SVOLGIMENTO DELLA REVISIONE CONTABILE”;

ISA Italia n. 330, “LE RISPOSTE DEL REVISORE AI RISCHI IDENTIFICATI E VALUTATI”;

ISA Italia n. 402, “CONSIDERAZIONI SULLA REVISIONE CONTABILE DI UN’IMPRESA CHE ESTERNALIZZA ATTIVITÀ AVVALENDOSI DI FORNITORI DI SERVIZI”;

ISA Italia n. 450, “VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE”;

ISA Italia n. 500, “ELEMENTI PROBATIVI”;

ISA Italia n. 540, “REVISIONE DELLE STIME CONTABILI E DELLA RELATIVA INFORMATIVA”;

ISA Italia n. 550, “PARTI CORRELATE”;

ISA Italia n. 580, “ATTESTAZIONI SCRITTE”;

ISA Italia n. 610, “UTILIZZO DEL LAVORO DEI REVISORI INTERNI”;

ISA Italia n. 700, “FORMAZIONE DEL GIUDIZIO E RELAZIONE SUL BILANCIO”;

ISA Italia n. 701, “COMUNICAZIONE DEGLI ASPETTI CHIAVE DELLA REVISIONE CONTABILE NELLA RELAZIONE DEL REVISORE INDIPENDENTE;

ISA Italia n. 705, “MODIFICHE AL GIUDIZIO NELLA RELAZIONE DEL REVISORE INDIPENDENTE”.


Autore dell'articolo

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × cinque =