Riduzione del capitale per perdite nelle srl: Linee Guida dell’Assirevi

di Virginia Tosi - - Commenta

Il documento di ricerca n.173 dell’Assirevi (Associazione Italiana Revisori Contabili) fornisce delle preziose Linee Guida e degli indirizzi interpretativi di supporto alla società di revisione legale che debba esprimere il proprio giudizio sul bilancio d’esercizio di una società che incappi nelle circostanza disciplinata dall’art. 2482-bis del Codice Civile.

Tale articolo regolamenta la “riduzione del capitale sociale per perdite” affermando che “quando risulta che il capitale è diminuito di oltre un terzo in conseguenza di perdite, gli amministratori devono senza indugio convocare l’assemblea dei soci per gli opportuni provvedimenti. All’assemblea deve essere sottoposta una relazione degli amministratori sulla situazione patrimoniale della società, con le osservazioni nei casi previsti dall’articolo 2477 del collegio sindacale o del soggetto incaricato di effettuare la revisione legale dei conti”.

L’art 2482-bis afferma quindi che, la relazione degli amministratori sulla situazione patrimoniale della società deve essere accompagnata da “osservazioni nei casi previsti dall’articolo 2477 del collegio sindacale o del soggetto incaricato di effettuare la revisione legale dei conti”.

Sull’argomento l’Assirevi ha esposto la propria interpretazione: fermo restando che, nelle Srl la funzione di revisione può essere svolta o dall’organo di controllo (sindaco Unico e/o collegio sindacale) o dal soggetto esterno deputato alla revisione (revisore unico o società di revisione), la predisposizione delle osservazioni previste dall’art. 2482-bis c.c. spetta all’organo di controllo nel caso in cui la s.r.l. sia provvista sia di quest’ultimo, sia del revisore.

L’Assirevi ammette la possibilità che gli amministratori conferiscano alla società di revisione l’incarico una revisione contabile (completa o limitata) della situazione patrimoniale da loro predisposta ai sensi dell’art. 2482-bis c.c. allo scopo di assicurare la conformità delle informazioni finanziarie in essa contenute ai criteri di redazione delle stesse.

Gli aspetti trattati in questo post sono oggetto di ulteriore approfondimento nella Circolare del Revisore di questo blog.

Autore dell'articolo

Virginia Tosi

Dottore Commercialista in Fermo, è autrice di pubblicazioni e scrive su riviste specializzate su temi societari, aziendali, fiscali, revisione legale, non profit, cooperazione, operazioni straordinarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − nove =