Il quadro normativo per le imprese che redigono il bilancio secondo la legislazione civilistica

di Gabriele Giammarini - - 1 Commento

Il principio di revisione “Obiettivi generali del revisore indipendente e svolgimento della revisione contabile in conformità ai principi di revisione internazionali” afferma tra l’altro che, a conclusione della revisione contabile, il revisore esprime un giudizio “in merito al fatto se il bilancio sia redatto, in tutti gli aspetti significativi, in conformità al quadro normativo sull’informazione finanziaria applicabile (ISA 200, 11, a). Per poter esprimere un  giudizio, è quindi indispensabile conoscere le norme di riferimento sul bilancio.

Nell’ordinamento italiano il quadro normativo è rappresentato in primis dalle norme di legge che disciplinano i criteri di redazione del bilancio, integrate dai principi contabili italiani.

Nel caso di società industriali, mercantili e di servizi, che non redigano il loro bilancio sulla base dei principi contabili internazionali IAS/IFRS, le norme di legge di riferimento sono date da:

  •  gli artt. 2423 e successivi del codice civile (principi di redazione del bilancio d’esercizio)
  •  le disposizioni del decreto legislativo 9 aprile 1991, n. 127 (principi di redazione del bilancio consolidato)

Le norme di legge, come già ricordato, sono poi integrate dai principi contabili italiani. Tali principi, inizialmente emessi dal Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri, sono stati successivamente rivisti e modificati dall’ Organismo Italiano di Contabilità (OIC) per tener conto dei cambiamenti intervenuti a seguito della riforma del diritto societario. Lo stesso OIC, nel suo ruolo di Standard Setter contabile nazionale, ha pubblicato poi ulteriori principi contabili.

I principi contabili nazionali sono pertanto classificabili in due serie distinte:

  • la precedente serie a cura dei Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri (attualmente in vigore dal n. 11 al n. 30) che hanno mantenuto la precedente numerazione anche nella versione modificata dall’OIC, allo scopo di facilitarne l’uso da parte degli operatori;

• la serie OIC con nuova numerazione di cui il primo è l’OIC 1 “I principali effetti della riforma del diritto societario sulla redazione del bilancio d’esercizio”.

E’ possibile trovare un maggiore approfondimento di tale argomento nella nostra circolare.

Autore dell'articolo

Gabriele Giammarini

Dottore commercialista in Ancona e Revisore legale, è esperto in tecniche di revisione, autore di pubblicazioni e relatore in convegni in materia di revisione legale. Collabora da oltre ventanni con società ai vertici mondiali del settore. Componente della commissione "revisione legale" dell'ODCEC di Ancona.

Commenti 1

  1. Pingback: L’OIC aggiorna ancora il quadro di riferimento per i bilanci redatti con i principi nazionali - La Revisione Legale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 10 =